top of page
Cerca
  • Immagine del redattoremariangela zabatino

Orpheus

[Sonetti ad Orfeo I, V]

Non ergete lapidi. Fate solo che ogni anno fiorisca a lui la rosa. Perché è Orfeo. La sua metamorfosi di cosa in cosa. Inutile affannarsi a cercare altri nomi. Ogni volta è Orfeo quando c’è canto. Viene e va. Se alla rosa nel calice talvolta due giorni sopravvive, non è tanto? Quanto deve dileguare, perché lo comprendiate! benché del suo svanire si dovette spaventare. Poiché la sua parola sopravanza la presenza, lui è già là, dove non lo potete accompagnare. La trama della lira non intralcia le sue mani. E’ nella trasgressione la sua unica obbedienza.

-

Rainer Maria Rilke-


a mio padre, ovunque lui sia



Titolo: Orpheus, 2013

Tecnica: pastelli su carta intelata

Misure: cm 70 X cm 100


- Collezione privata, Taipei -





15 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page